Fisco e Tasse

2022-12-26

Forfettari 2023: la Legge di Bilancio sposta la soglia di accesso a 85.000 euro

La Legge di Bilancio 2023 che ha già ricevuto la fiducia del Parlamento e sarà presentata il 27 al Senato per l'approvazione finale, riporta, tra le altre, una novità per i contribuenti in regime forfettario.

Nel comma 44 rubricato Modifiche al regime forfettario si prevedono le seguenti modifiche all’articolo 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190:

a) al comma 54, lettera a), le parole: “euro 65.000” sono sostituite dalle parole: “euro 85.000”; 

b) al comma 71 sono aggiunti i seguenti periodi: “Il regime forfetario cessa di avere applicazione dall'anno stesso in cui i ricavi o i compensi percepiti sono superiori a 100.000 euro. In tale ultimo caso è dovuta l'imposta sul valore aggiunto a partire dalle operazioni effettuate che comportano il superamento del predetto limite.”. 

Legge di bilancio 2023: modifiche al regime forfettario

Nel dettaglio, come anche evidenziato dalle note di lettura al ddl, la disposizione della lett. a) innalza da 65.000 euro a 85.000 euro il limite di ricavi o compensi di cui al comma 54 della legge n. 190 del 2014, che costituisce uno dei requisiti di accesso e permanenza nel regime forfetario per i contribuenti persone fisiche esercenti attività d'impresa, arti o professioni. 

Attenzione al fatto che il nuovo limite di 85.000 euro dovrebbe si applica a partire dal periodo d’imposta 2023. 

Pertanto, applicano il regime forfetario nel 2023 i contribuenti che, al ricorrere degli altri requisiti, nel 2022 non hanno superato detta soglia. 

Ai fini della franchigia IVA riservata ai soggetti in regime forfettario, l’innalzamento della soglia dei ricavi e compensi fino a 85.000 euro tiene conto della direttiva (UE) 2020/285 relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto. La Direttiva prevede che gli Stati possono ammettere al regime di franchigia IVA i soggetti con volume di ricavi e compensi non superiore a 85.000 euro; la medesima direttiva prevede che se nel corso dell’anno solare il soggetto passivo supera la soglia di volume d’affari di 100.000 euro il regime di franchigia cessa di applicarsi a partire da quel momento. 

In attesa del recepimento della citata direttiva, l’innalzamento della soglia fino a 85.000 euro, così come previsto dalla presente disposizione, è subordinato al rilascio di una specifica misura di deroga da parte delle competenti autorità europee. La richiesta, presentata il 4 novembre u.s., è attualmente al vaglio delle competenti autorità europee. 

La disposizione della lettera b) modifica il successivo comma 71 per prevedere l’ipotesi di cessazione del regime forfetario dall'anno stesso in cui i ricavi o i compensi percepiti sono superiori a 100.000 euro; per espressa previsione normativa, è dovuta l'imposta sul valore aggiunto relativa a partire dalle operazioni effettuate che comportano il superamento del predetto limite. 

Per il periodo d’imposta in cui i ricavi o i compensi superano il limite di 100.000 euro, il reddito è determinato con le modalità ordinarie. 

Pertanto, sinteticamente, in conseguenza delle modifiche apportate  e fermi restando tutti gli altri requisiti previsti per la permanenza nel regime: 

  • in caso di ricavi o compensi di ammontare compreso tra 85.001 euro e 100.000 euro, il regime forfetario cessa di avere applicazione a partire dall'anno successivo; 
  • in caso di ricavi o compensi di ammontare superiore a 100.000 euro il regime forfetario cessa di avere applicazione dall'anno stesso.
  • l'imposta sul valore aggiunto ai applica a partire dalle operazioni effettuate che comportano il superamento del predetto limite.

Sulle novità per la Flat tax ti consigliamo di leggere: Flat tax incrementale per imprese e autonomi diversi dai forfettari: come funziona.

Altre news

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Fisco e Tasse

2023-02-01

Con la Circolare n 2 del 27 gennaio le Entrate hanno fornito, tra gli altri, un chiarimento relativo alle comunicazioni da inviare all'ENEA per l'ecobonus. In…

ISMEA Istituto Servizi Mercato Agricolo

2023-02-01

Con Provvedimento n 27650 del 30 gennaio pubblicato il 31, le Entrate si occupano della: individuazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici…

Fisco e Tasse

2023-02-01

Con Provvedimento n 27663 del 30 gennaio 2023 le Entrate pubblicano le regole attuative per l'adesione agevolata e definizione agevolata degli atti del…