Salta al contenuto principale

Il Sole 24 Ore

2023-02-22

Sblocco crediti incagliati: al vaglio di Governo e esperti le possibili soluzioni

In data 20 febbraio si è svolto il tavolo tecnico tra Governo e Associazioni di categoria per un confronto sul Decreto n 11/2023 in vigore dal 17 febbraio contenente lo stop alle cessioni dei bonus edilizi (Leggi qui l'approfondimento sullo stop alle cessioni).

Vediamo in sintesi, secondo le anticipazioni, le ipotesi più accreditate risultanti dell'incontro tra Governo e le seguenti associazioni di categoria: Confindustria, Ance, Confedilizia, Confapi, Cna, Confartigianato , Alleanza cooperative.

Già da tempo ABI e ANCE avevano proposto di agire sugli F24 in pancia alle banche. 

Ora, dopo il confronto tra le parti, pare che le compensazioni destinate a riaprire il mercato dei crediti d’imposta prodotti dai bonus edilizi si concentreranno sugli F24 delle imprese e delle banche. 

Parrebbe che saranno escluse dalla compensazione i contributi e le tasse delle famiglie, che continueranno a seguire la loro strada tradizionale.

Per giungere ad una rapida soluzione è in atto un confronto tra Banche ed Esecutivo sulla ipotesi di partire dalle tasse a carico degli istituti di credito.

Questa ipotesi è stata più volte motivata dal Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti come soluzione per offrire una risposta al problema in tempi rapidi. 

Si dovrebbe avviare subito le compensazioni tramite gli istituti di credito, per poi allargare ai cassetti fiscali delle imprese.

Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi ha specificato la volontà della aziende di una assunzione di responsabilità e tra gli strumenti possibili per far incontrare domanda e offerta di crediti parla della creazione di una piattaforma digitale unica per gli scambi fra privati.

E' bene sottolineare che i calcoli relativi ai possibili impatti sui saldi di finanza pubblica sono ancora in corso nella speranza che siano disponibile per gli annunciati tavoli tecnici previsti per le prossime ore.

Ricordiamo infine che dopo il tavolo tecnico del 20 febbraio il Governo ha diffuso una nota sulla pagina della Presidenza del Consiglio con la quale il Ministro Giancarlo Giorgetti ha confermato la determinazione a porre rimedio agli effetti negativi della cessione del credito correlata ai bonus edilizi. 

In particolare, partendo dal decreto legge n 11/2023 il Governo ribadisce il suo impegno a trovare le soluzioni più adeguate per quelle imprese del settore edilizio che hanno agito correttamente nel rispetto delle norme.
Tale situazione, specifica la nota del 20 febbraio, che l’Esecutivo Meloni ha ereditato riguardante i cosiddetti ‘crediti incagliati’ (cioè i crediti maturati e che il sistema bancario ha difficoltà ad assorbire), verrà esaminata al più presto in un secondo tavolo tecnico al quale saranno presenti i rappresentanti delle associazioni di categoria oggi intervenuti. Nel tavolo tecnico saranno individuate norme transitorie al fine di fornire soluzioni nel passaggio dal regime antecedente al decreto legge a quello attuale, tenendo conto della situazione delle imprese di piccole dimensioni e di quelle che operano nelle zone di ricostruzione post-sisma.
Il Governo ribadisce, come già illustrato al termine del Consiglio dei Ministri, la permanenza dei bonus per l’edilizia nella forma delle consuete detrazioni d’imposta dalla dichiarazione dei redditi

Infine, si ricorda che al termine dell'incontro la presidente ANCE si è detta molto soddisfatta ed ha dichiarato alla stampa:

"Siamo soddisfatti. Abbiamo trovato un confronto franco, una apertura e anche una grande consapevolezza da parte del governo sul fatto che vanno sbloccati i crediti pregressi: una apertura sugli F24, che era una proposta nostra e dell’Abi, e un tavolo tecnico immediato anche per il futuro".

Altre news



Il Sole 24 Ore

2024-04-15

La Circolare n 8/2024 del giorno 11 aprile contiene chiarimenti sulle novità introdotte dalla Riforma Fiscale avviatasi lo scorso anno e ancora in atto. In particolare…

Fisco e Tasse

2024-04-15

Con la pubblicazione del modello Redditi PF 2024 si conclude l’iter preparatorio per il primo anno di applicazione del Concordato preventivo biennale, che così…

Fisco e Tasse

2024-04-15

Con un comunicato del 12 aprile Unioncamere informa del fatto che è online il "Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese - Campagna bilanci…